Le destinazioni

OCEANO INDIANO
OCEANO INDIANO Una meta per una vacanza di relax e ideale per chi sogna giornate di sole in spiagge bianchissime, di tuffi in calde acque cristalline, di scoperta della Natura e di una fauna ricchissima, sott’acqua e nelle foreste tropicali, di accoglienza dalle cordiali popolazioni locali assaggiando piatti dal sapore esotico.
Queste destinazioni sono anche una delle prime mete che stanno riaprendo al turismo internazionale. Seguendo protocolli molto precisi, organizzando una rapida vaccinazione della popolazione locale, attrezzandosi con strutture e servizi sanitari. Ci stanno solo aspettando!
SEYCHELLES Il vero Paradiso in terra! Un arcipelago di 115 isole, di cui solo 36 abitate, isole granitiche e coralline nel mezzo delle meravigliose acque dell'Oceano Indiano. Facilmente accessibili, le Seychelles hanno  sempre saputo preservare e valorizzare il proprio ambiente e la propria Natura, unici al mondo. La Riserva Naturale di Vallée de Mai è protetta dal 1966 ed è stata inclusa nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco dal 1983. La valle si trova a Praslin ed è conosciuta anche come Giardino dell’Eden, per la sua natura isolata e per la ricchezza della sua biodiversità.
Quando andare Da novembre a marzo, gli alisei soffiano da nord-ovest, il mare è calmo e il tempo caldo e più umido. Da dicembre a febbraio cade una maggiore quantità di precipitazioni. Nei mesi da maggio a ottobre il tempo è più asciutto e fresco, i mari più agitati. La stagione ideale sono i mesi di transizione: aprile e novembre.
Come visitarle In un viaggio alle Seychelles non sarete mai completamente fermi: a una tappa a Mahè potete aggiungere una tappa a Praslin con almeno un’escursione a La Digue. Oppure potrete noleggiare una barca per andare a vele spiegate attraverso il più bel arcipelago del mondo.
MALDIVE L'arcipelago delle Maldive si compone di circa 1.190 isole coralline coperte di palme e cespugli di mangrovie, suddivise in 26 atolli naturali. Tra queste isole solo 200 circa sono abitate e sono più di un centinaio i villaggi turistici presenti. Uno di questi sarà quello dove avete già trascorso o trascorrerete una delle più belle vacanze della vostra vita! Proprio come ve lo siete immaginato: sole, spiaggia, mare, tramonti, relax, caldo con una leggera e piacevolissima brezza. E poi gite in barca, tuffi, snorkeling e scuba diving se vi va, per scoprire coloratissimi pesci e la famosa barriera corallina.
Quando andare La temperatura è costante tutto l'anno tra i 29- 32 °C diurni ed i 25-26 °C notturni. L'anno climatico può essere diviso in due periodi. Da maggio a novembre il monsone porta con sé clima umido, saltuarie piogge che possono essere piuttosto durature e di forte intensità; in questo periodo il mare può essere agitato e possono soffiare forti venti. Da dicembre e aprile il clima è più secco, caratterizzato quasi sempre dal bel tempo intervallato da brevi rovesci. Il periodo migliore va quindi da gennaio a metà aprile. I mesi restanti sono variabili. Significa che si possono trovare giornate o periodi di brutto tempo ma anche settimane intere di sole. Bisogna ricordare poi che come tutti i luoghi vicino all’Equatore le ore diurne sono in numero uguale a quelle notturne e il tramonto arriva presto, verso le 18.
Un luogo unico Hanifaru Bay nell’atollo di Baa. È un’Area Marina Protetta, una riserva dell’UNESCO, dove si può andare anche solo facendo snorkeling. È la capitale mondiale delle mante che qui si affollano a centinaia, attirate da un luogo ricchissimo di plancton. E se si è fortunati si può vedere anche lo squalo balena. Il periodo migliore è da maggio a novembre.

ZANZIBAR è la più celebre isola della Tanzania ed è un concentrato di spiagge bianchissime, mare cristallino e fondali ricchi di vita. Ma la storia di Zanzibar è anche un mix di influenze arabe, indiane, europee e africane. Quando visiterete la capitale Stone Town, che per la sua importanza storica e la sua architettura, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco vi innamorerete ancora di più di questa destinazione. La città è un capolavoro a cielo aperto con case in blocchi di madrepora imbiancata, persiane in legno finemente intagliato e portoni di cedro scolpito. Le strette stradine si aprono su piazzuole dove i mercanti propongono souvenir locali e le famose spezie e i frutti come cannella, chiodi di garofano, vaniglia, noce moscata, jackfruit, lemongrass. Tra i palazzi della città ci sono il Palazzo del Sultano, il Palazzo delle Meraviglie e il Forte Arabo.
Quando andare Le stagioni secche sono i periodi migliori per partire e vanno da dicembre a febbraio e da giugno a ottobre. Troverete un clima caldo e ventilato, meraviglioso. Da marzo a maggio e nel mese di novembre è invece il periodo delle piogge.
Oltre a Zanzibar Le altre due isole della Tanzania, tappe della rotta per il commercio delle Spezie, sono Pemba e Mafia. A Pemba troverete pochissimi resort e una folta vegetazione, molto diversa dall’ambiente di Zanzibar. Qui è rinomata soprattutto la barriera corallina una delle più belle al mondo, ideale per gli amanti delle immersioni. Mafìa ha una cultura tradizionale ed amichevole che permette al visitatore di godere delle bellezze dell’isola in tranquillità, è il paradiso ideale per i veri amanti della natura. Due destinazioni ideali per chi cerca pace e tranquillità in un ambiente naturalistico incontaminato.
MAURITIUS è un’isola unica: mi raccomando a non dire mai ‘Le Mauritius’ 😊 E’ un’isola di origine vulcanica, con un territorio prevalentemente montuoso, circondato quasi completamente dalla barriera corallina. L’interno è ricco di foreste tropicali e il colore che vedrete di più è quello verde delle piantagioni di canna da zucchero. Avvicinandovi alla costa arriva poi l’azzurro dello splendido Oceano. Lungo tutte le coste si trovano tantissimi resort di livello davvero eccellente. Per una vacanza mare godibilissima con tutti i comfort. E poi non dimenticate di scoprire la storia di Mauritius che ha visto passare portoghesi, olandesi, francesi, inglesi, indiani ed è oggi una vera fusion di etnie, religioni e di un’ottima cucina.
Quando andare L'isola di Mauritius si trova nell'emisfero australe, con le stagioni invertite rispetto alle nostre, ed è immersa in un clima tropicale. Le temperature sono quindi calde in tutte le stagioni e le precipitazioni sono sempre abbastanza fugaci. Da dicembre a fine marzo, durante l'estate australe il termometro spesso supera i 30°C e l'umidità è elevata. Da metà maggio a settembre, il clima è caldo e secco.
Le isole Mascarene. Mauritius è un’isola unica, ma le altre due isole dell’arcipelago delle Mascarene sono Reunion e Rodrigues: dedicate a chi ama scoprire luoghi più remoti. Rodrigues è un’isola quieta, circondata dalla barriera corallina e da una splendida laguna. Reunion è una palestra a cielo aperto, con due vulcani di cui uno ancora attivo. Perfetta per un trekking.






[email protected]   Tel. +39 348 7300488