4 motivi per ESPLORARE LA PATAGONIA

1. I PAESAGGI

selvaggi e ancora incontaminati

2. LA STORIA DEGLI ESPLORATORI

da ripercorrere come un tempo

3. GLI ANIMALI

guanacos, pinguini e balene

4. LE EMOZIONI

Un tango a Buenos Aires o un trekking al Cerro Torre?

Le destinazioni

PATAGONIA

Distese sterminate, una natura ancora selvaggia e senza confini, alcuni dei ghiacciai più grandi al mondo, colonie di animali unici e tutta la libertà di sentirsi alla fine del mondo: questa è la Patagonia.

La Patagonia si trova all'estremità meridionale del Sud America.

E' divisa tra Argentina e Cile, ha un'estensione di oltre 900.000 km², una popolazione di 1.740.000 abitanti e una densità di 2,21 abitanti/km².

La regione deve il suo nome ai Patagoni, termine usato da Ferdinando Magellano per indicare i nativi di quelle terre, che lui scambiò per giganti.

La Patagonia Argentina è una regione di ampie pianure, alle quali si susseguono altopiani che raggiungono circa i 100 metri di quota e caratterizzati da un'enorme distesa ciottolosa priva di vegetazione.

All'estremo sud troviamo i ghiacciai che sono i più grandi nell'emisfero sud fuori dell'Antartide. I numerosi ghiacciai del Parco Nazionale Torres del Paine sono una delle principali attrazioni turistiche Cilene, perché spettacolari e facilmente raggiungibili in barca. Dalla parte argentina tutta l'area fa parte del Parque Nacionale Los Glaciares.

Il ghiacciaio Upsala è il più grande del Sudamerica, con una superficie totale di circa 900 km quadrati e termina nel Lago Argentino con un fronte largo oltre 10 km ed alto fino a 80 metri. Dato che la profondità del Lago Argentino in quel punto è poco inferiore ai 1000 metri, nella sua parte terminale il ghiacciaio galleggia nel lago e ciò favorisce il distacco di enormi icebergche poi vanno alla deriva nel lago stesso. Il ghiacciaio Perito Moreno si estende per circa 300 km quadrati ed è il ghiacciaio più accessibile e visitato.


il tour di anfiteatro viaggi

LE TAPPE D'OBBLIGO E QUELLE DA INTENDITORI

La Patagonia classica fa tappa a:
-Buenos Aires, una delle più belle città dell'America Latina
-Peninsula Valdes, una grande riserva naturale dove vivono i pinguini Magellano, leoni ed elefanti marini, balene, orche, struzzi, guanacos.
-Ushuaia, punto di partenza per le navigazioni in Antartide, di fronte al canale di Beagle, è qui la Fin del Mundo e il Parco Nazionale della Terra del Fuoco.
-El Calafate, per navigare sul lago Argentino, vedere il ghiacciaio Upsala e il Perito Moreno.

Per chi ha più tempo si possono:
-percorrere le due strade leggendarie, la Carretera Austral e la Ruta 40
-visitare il Parco Nazionale Queulat e il Parco Torres del Paine in Cile, luoghi incantevoli tra foreste, laghi e ghiacciai,
-scoprire in Argentina il Parco Nazionale Los Alerces e il Parco Nazionale Perito Moreno (da non confondere con il ghiacciaio) all'interno del quale si trova la Cueva de las Manos Pintadas, con bellissimi esempi di pitture rupestri.
-in Cile fare trekking verso le vette più imponenti della Cordigliera delle Ande, il Fitz Roy e il Cerro Torre.


informazioni utili

QUANDO ANDARE: STAGIONI E CLIMI
Le stagioni sono invertite rispetto alle nostre: l'inverno va da giugno ad agosto, l’estate da ottobre a marzo.
Considerata l'estensione del paese, le quote raggiunte in alcune località e la morfologia delle regioni più meridionali lambite dalle correnti degli oceani Atlantico e Pacifico, il clima varia sensibilmente a seconda della regione visitata. La zona centrale della Patagonia, la Península Valdés, è battuta dai venti durante l'estate locale mentre è più fredda ma senza vento durante il periodo invernale. In questa stagione la balena raggiunge la Península Valdés per l'accoppiamento.
Al Sud, in Patagonia, il clima è piuttosto variabile, a volte ventoso, con precipitazioni durante l'inverno, ma certamente meno rigido di quanto si immagini. Nel periodo estivo la temperatura si aggira sui 20° e le ore di luce si allungano: è il periodo migliore per visitare questa regione. In generale il periodo migliore per un viaggio in Patagonia va da novembre a febbraio.






[email protected]   Tel. +39 348 7300488