mostre fotografiche

ROBERTO CALDERINI - “ROUTE 66”

Cliccate sulle anteprime sottostanti per scoprire gli scatti in mostra.


© Tutti i diritti riservati all’autore. Tutte le fotografie contenute in questa pagina sono di proprietà esclusiva dell'autore, che ne detiene tutti i diritti. È vietata la pubblicazione, la distribuzione, la riproduzione delle immagini qui pubblicate su altri siti oppure su pubblicazioni cartacee senza l'esplicito permesso dell'autore. È vietata la trasmisione a terzi, sotto forma elettronica o stampata, dei contenuti di questa mostra online. È vietata l'alterazione delle fotografie e la rimozione da esse dei cosidetti "watermarks", cioè dei marchi dell'autore.


la mostra

66: un numero, ma non un numero qualsiasi…. È il numero della “Mother Road” americana, che ha incarnato il sogno americano per tanti. Nata l’11 novembre 1926 è stata la via della migrazione del ventesimo secolo verso il West: 3755 km, anzi, 2448 miglia da Chicago (IL) a Santa Monica (CA). Utilizzata fino agli anni ’60, è stata a poco poco spodestata dall’ “Interstate” che ha letteralmente “risucchiato” tutto il traffico facendo morire, nel giro di pochi anni, motel, locali ed attività che di quel traffico vivevano. Cars, il famoso film della Pixar, mostra  chiaramente con i suoi  personaggi di fantasia, la decadenza degli ultimi decenni.
Ripercorrere oggi la Mother road è come viaggiare in un tempo che non c’è più fatto di ricordi, mantenuti vivi dal popolo nostaglico della route 66 che rendono questo viaggio indimenticabile.

Tutto inizia a Chicago, metropoli americana con i suoi grattacieli e termina sulle rive del Pacifico a santa Monica dopo aver attraversato l’America vera…l’America che non cambia….
La Mother Road non si percorre, è lei che ti guida, che ti porta alla scoperta di icone, di personaggi e di tutte quelle assurdità che la rendono unica… E’ il regno dello “slow tourism”, delle chiacchierate tranquille sorseggiando tazze di caffè americano con i gestori delle stazioni di servizio ristrutturate, dei motel e di tutti quelli che come noi, piano piano (speed limit 55 mph) hanno viaggiato verso Santa Monica arrivando da tutte le parti del mondo.

Il Gran Canyon, la Monument Valley, Las Vegas e Hollywood, non lontani dalla 66, dove vale la pena fare un salto… ti catapultano nuovamente nel mondo frenetico che corre, che spinge, noto arcinoto e sfruttato, da sfruttare e che ti sfrutta. Ma il cuore è rimasto là, su quella strada, su quelle miglia di asfalto fatto di persone, di macchine e moto rugginose o scintillanti, di edifici da far west, dove al posto del cavallo legato alla staccionata, c’è il semaforo, di insegne luminose e di Cadillac, piantate per terra in mezzo ai campi.


l'autore

ROBERTO CALDERINI

Roberto Calderini, il viaggio e la fotografia: due passioni che si coniugano al meglio alla scoperta del mondo, con Paola.
Email [email protected]


[email protected]   Tel. +39 348 7300488